News

News

LA FRANCIA VINCE IL CAMPIONATO EUROPEO DI MONTA DA LAVORO TRADIZIONALE A CITTÀ DI CASTELLO

12/9/2016 9:07:30 - News

La Francia ha vinto il Campionato Europeo Seniores di Monta da Lavoro Tradizionale che si è disputato alla 50^ Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello.
Con 231 punti la squadra nazionale transalpina ha superato l’Italia, classificatasi al secondo posto con 200 punti dopo un entusiasmante testa a testa, e la Spagna, giunta terza con 94 punti.
Decisiva è stata l’ultima spettacolare prova di Sbrancamento, nella quale i cavalieri italiani e francesi hanno duellato sul filo dei secondi in appassionanti sfide acclamate dagli spettatori che hanno gremito le tribune per tutto lo svolgimento della competizione.
Dopo lo storico risultato della conquista di tutti e tre i posti del podio nelle prove individuali di Addestramento e Attitudine, mai ottenuto in precedenza da una selezione del nostro Paese, la squadra guidata dallo chef d’équipe Ernesto Fontetrosciani ha visto sfumare proprio alla fine il sogno di vincere il Campionato Europeo.
Il team italiano si è consolato comunque con la conquista della vittoria nella classifica individuale, trionfando con un magnifico Paolo Sensi, mattatore delle quattro prove della competizione, che ha preceduto i francesi Julien Godfond e Laetitia Mesnier.
L’equipe italiana, composta dai pluricampioni nazionali Paolo e Veronica Sensi, da Renzo Bersaglia, Canio Santomauro, Mattia Radi, Roberto Fontanelli e Francesco Sinibaldi, ha ottimamente figurato, confermando di essere tra le migliori a  livello continentale nella Monta da Lavoro. 

News

SABATO SERA MAGICO PER IL GRAN GALA “NIGHT OF THE STARS ANNIVERSARY”

11/9/2016 14:50:00 - News

Serata magica ieri per “Night of the Stars Anniversary”, il Gran Gala della 50^ Mostra Nazionale del Cavallo che ha registrato il tutto esaurito, regalando un grandissimo spettacolo ai 2 mila spettatori sulle tribune.
Una pubblico particolarmente caloroso, che ha sottolineato con ripetute ovazioni le acrobatiche evoluzioni degli spericolati Aragona’s e di Rosario Castellano, il più giovane volteggiatore a livello europeo con i suoi sette anni, e ha applaudito il campione europeo di Monta Vaquera Angelo Beretta, l’emozionante Roby di Meglio con i suoi stalloni irlandesi, l’Associazione Italiana Monta all’Amazzone, Alessandro Sarnei, Federico Forci con Alice Cucci, il Carosello Le Palme, i Butteri della Maremma.
Applauditissima come sempre la Fanfara a Cavallo della Polizia di Stato guidata dall’ispettore capo Silverio Mariani, che ha coinvolto il pubblico nelle proprie esecuzioni fino a far scattare tutti in piedi all’esecuzione dell’inno di Mameli, tra scrocianti applausi.
Con la presentazione e la regia di Nico Belloni, a trionfare è stato Bartolo Messina, sempre presente alla Mostra per l’amicizia speciale che lo lega a Città di Castello fin da piccolo, con i numeri in libertà che lo hanno reso famoso nel mondo e che hanno conquistato gli spettatori, esaltati dalla maestria con cui ha cavalcato, e poi ha guidato al centro dell’arena, i suoi magnifici esemplari.
Simpaticissime e molto apprezzate sono state le evoluzioni dei cinque mini-horses, tra i quali l’immancabile “Charlie”, detentore del World Guinness Record come l’esemplare equino più piccolo al mondo, nel numero inedito che ha deliziato adulti e bambini.
Per lo show del sabato sera la Mostra del Cavallo ha ricevuto anche la graditissima visita di un ospite speciale come il maestro Antonio Giarola, direttore del Gala equestre di Fieracavalli, arrivato a Città di Castello per ammirare in anteprima alcuni degli artisti che a novembre saranno protagonisti della manifestazione scaligera.
“Night of the Stars Anniversary” andrà in scena anche stasera alle ore 18.30 per l’ultimo appuntamento di una 50^ Mostra Nazionale del Cavallo che con lo spettacolo equestre ha fatto di nuovo centro, regalando a Città di Castello gli artisti che calcano  i migliori palcoscenici italiani ed europei.

News

LA FANFARA DELLA POLIZIA E GLI ARAGONA’S ESALTANO LA “PRIMA” DI NIGHT OF THE STARS ANNIVERSARY

10/9/2016 17:26:09 - News

Poetico e romantico, ma anche potente e mozzafiato, il Gran Gala “Night of the Stars Anniversary”, che rende omaggio ai 50 anni della Mostra Nazionale del Cavallo con numeri ispirati alla cultura e alle tradizioni del territorio umbro, ha debuttato ieri sera conquistando il pubblico.


Lo spettacolo di quest’anno gioca molto sul fascino e l’eleganza dei cavalli, ma anche dei cavalieri, che presentano agli spettatori numeri suggestivi, nei quali la bellezza è il filo rosso che sottolinea la relazione tra uomo e cavallo.


La Fanfara a Cavallo della Polizia di Stato guidata dall’ispettore capo Silverio Mariani ha aperto lo show con un repertorio coinvolgente, che parlava alla cultura musicale comune, con brani noti della tradizione classica e moderna che hanno spaziato da Libertango all’Aida, fino all’inno nazionale di Mameli, accompagnato dalla standing ovation del pubblico che applaudiva. Un’altra bellissima pagina scritta alla Mostra del Cavallo dalla Fanfara, che davvero ha entusiasmato nelle sue apparizioni a Città di Castello in questi giorni.


A salire in cattedra sono stati, poi gli Aragona’s, con le poste acrobatiche, i volteggi e la spericolata piramide eseguita insieme a Rosario Castellano, il più giovane volteggiatore a livello europeo, che ha colpito per coraggio e padronanza dei movimenti a cavallo. Le spericolate acrobazie degli artisti protagonisti del tour mondiale Apassionata, che quest’anno hanno reso omaggio al re della tavola umbra, sua maestà il tartufo, hanno ancora una volta stregato il pubblico tifernate, che ha acclamato a ogni evoluzione l’abilità e la straordinaria temerarietà mostrata in scena


Sempre applauditissimo Bartolo Messina, con i numeri in libertà che sono entrati nella storia della manifestazione e che sono stati ancora una volta una mirabile dimostrazione della capacità innata dell’artista di “sussurrare ai cavalli”. Con l’inseparabile Charlie, Messina ha presentato un numero inedito realizzato con altri quattro mini-horses, che ha davvero emozionato per la delicatezza e la bravura degli animali.


A regalare eleganza e bellezza ci hanno pensato Angelo Beretta, campione europeo di monta vaquera, con un autentico pezzo di bravura, Roby di Meglio insieme a due stalloni irlandesi, le esibizioni dell’Associazione Italiana Monta all’Amazzone, di Alessandro Sarnei, Federico Forci con Alice e del Carosello Le Palme.


La rarità del salto ostacoli ha contaminato la partecipazione dei Butteri della Maremma, creando un mix davvero imprevedibile, con le carrozze del Gruppo Italiano Attacchi che hanno concluso lo spettacolo con veloci tagli del campo, salutando idealmente il pubblico del Gran Gala.


Night of the Stars tornerà stasera alle ore 21.00 ed eccezionalmente domani alle ore 18.30 per dare l’opportunità alle famiglie di assistere allo spettacolo anche nella serata prima dell’inizio delle scuole.


L’ingresso al Gran Gala è possibile a condizioni agevolate, con sconti per over 65, bambini da 6 a 14 anni e persone diversamente abili, mentre l’ingresso per i minori di 6 anni è completamente gratuito.

News

L’ITALIA INIZIA ALLA GRANDE IL CAMPIONATO EUROPEO DI MONTA DA LAVORO TRADIZIONALE

10/9/2016 14:50:00 - News

Straordinario prestazione dell’Italia nell’esordio del Campionato Europeo Seniores di Monta da Lavoro Tradizionale della 50^ Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello.


Per la prima volta nella sua storia in questa prestigiosa competizione internazionale, la squadra azzurra ha conquistato l’intero podio nella prova di Addestramento, sbaragliando gli avversari in una bellissima gara, caratterizzata da riprese eseguite alla perfezione dai cavalieri di Portogallo, Germania, Spagna, Belgio e Ungheria, che hanno conteso con grande bravura la vittoria finale al team padrone di casa.


Alla fine a spuntarla soni stati Paolo Sensi, primo assoluto nella prova individuale, seguito al secondo posto da Renzo Bersaglia e al terzo da Roberto Fontanelli.


Un en plein fantastico per la nazionale guidata da Ernesto Fontetrosciani, che ha esaltato il pubblico sulle tribune e ha imposto gli azzurri come una delle favorite alla vittoria finale.


Il team italiano sarà chiamato a confermarsi oggi nella prova di Attitudine, seconda gara individuale del programma del Campionato Europeo, che si concluderà domani con la disputa delle sfide di Velocità e Sbrancamento.

News

ANDARE A CAVALLO RALLENTA L’INVECCHIAMENTO E CURA LE PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI E GASTRICHE

10/9/2016 8:19:54 - News
“Sport equestri e salute” è il titolo della conferenza del professor Gian Ludovico Rapaccini, dirigente dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna e Gastroenterologia dell’Università Cattolica del S. Cuore, Policlinico A.Gemelli di Roma, che si terrà domani, sabato 10 settembre, alle ore 11,30 nella sala convegni della 50^ Mostra Nazionale del Cavallo. Ippoterapia, prevenzione e riabilitazione di specifiche patologie, ad esempio del fegato, saranno i temi di una relazione nella quale saranno sottolineati i benefici collegati alla pratica di alcuni sport equestri per la salute, anche dei soggetti sani. “Il primo uomo di scienza a comprendere l’importanza del cavallo per la salute dell’uomo fu  Ippocrate di Coo nel IV secolo a. C..”, sottolinea il professor Rapaccini, che  ricorda come “Giuseppe Benvenuti nel 1759 pubblicò i primi dati con il valore scientifico dell’epoca sull’efficacia dell’esercizio fisico con il cavallo in varie patologie”. “E’ dai primi anni ’70 del secolo scorso – puntualizza l’esperto - che si è sistematicamente dato valore e organizzata l’attività fisico/sportiva a cavallo nella prevenzione nel trattamento e nella riabilitazione di numerose patologie, in primo luogo quelle cardio-vascolari, metaboliche, neurologiche, muscolo-articolari e gastroenterologiche”. L’ippoterapia, propriamente detta per le disabilità di vario tipo, congenite ed acquisite, è la pratica per eccellenza, nella quale l’impiego del cavallo ha ampiamente documentato il suo valore anche con rigorose valutazioni scientifiche. “Più recentemente – osserva Rapaccini - si è attribuito grande valore all’attività fisico-sportiva equestre anche nel soggetto sano, come prevenzione dei processi dell’invecchiamento, della comparsa di patologie autoimmuni e neoplastiche”. “In tal senso – evidenzia il professore - si dà peso all’attività fisica in genere e a quella esercitata grazie al cavallo in particolare nell’allungamento della vita media della popolazione a cui si sta assistendo”. Nello specifico campo gastroenterologico, in particolare, esiste una solida letteratura sul ruolo integrativo con le tradizionali terapie farmacologiche dell’attività fisica e sportiva nel trattamento delle malattie croniche di fegato, segnatamente di quelle da alterazioni metaboliche, e delle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI). “In entrambe le patologie – rileva Rapaccini - l’effetto favorevole dell’attività fisica è stato documentato, oltre che con il miglioramento dei sintomi di malattie riferito dai pazienti, anche dal miglioramento del dato istologico ottenuto con biopsie epatiche nelle epatopatie e dell’aspetto endoscopico della mucosa del colon nelle malattie intestinali”. “Ovviamente il tipo, il grado e l’intensità dell’attività fisico-sportiva da praticare devono essere scelti caso per caso in base a una grande serie di variabili – conclude l’esperto - viene così a configurarsi un nuovo tipo di unità assistenziale formata da medico specialista, fisiatra, istruttore della attività fisico-sportiva, nutrizionista e da tutte le altre eventuali figure professionali implicate nella gestione del singolo paziente”.
(1) 2 3 4 ... 10 »



Sponsor
Sponsor Antonio Carraro

SamueleNet realizzazione sito Mostra del Cavallo